giovedì 23 dicembre 2010

La Triade

Quando si parla di IT Security si sottindende spesso la conoscenza dei tre principali "assi" lungo i quali essa si sviluppa. Vediamo di renderli espliciti, e magari un po' più comprensibili.

Confidenzialità.  Alcune informazioni sono destinate a "tutti". Magari non tutti hanno voglia e tempo di leggerle, ma se le leggono va bene. Altre informazioni sono riservate: a chi deve prendere decisioni, a chi non vuol far sapere di conoscere certi particolari (si pensi per esempio alle indagini della Polizia o della Magistratura), almeno per un certo lasso di tempo. Infine, alcune informazioni sono "segrete", cioè devono essere portate a conoscenza di poche persone, che svolgono compiti particolari (non voglio dare nessun giudizio di merito su queste situazioni, ma semplicemente rendere espliciti quelli che sono spesso "requisiti" dell'informazione, nel campo della sicurezza).
Quali sono gli strumenti IT oggi disponibili per garantire la confidenzialità delle informazioni? Soprattutto la crittografia, nelle sue varie incarnazioni, a seconda del grado e potenza che si desidera ottenere.

Integrità. Quando leggo una notizia o ricevo un'informazione, voglio che sia "vera", affidabile. Per le favole c'è la letteratura, ma è un'altra cosa. Quante volte si vedono titoloni "strillare" strabilianti o sconvolgenti "notizie", e poi si scopre che si tratta di supposizioni, di illazioni, di informazioni riportate senza riscontro, o magari di vere e proprie "bugie" diffuse ad arte.
Strumenti IT: soprattutto la firma digitale, ossia il riconoscimento attraverso una "terza parte fidata", che garantisce l'identità di chi mette in circolazione le informazioni.

 

Disponibilità. Quando ho bisogno di una certa informazione, che so che già esiste da qualche parte, voglio potervi accedere liberamente, e non aspettare chissà quanto che torni disponibile.
Strumenti IT: principalmente la replicazione e la delocalizzazione (tecnicamente: clustering, cloud computing e disaster-recovery).

 

Semplice no? Ecco, questi sono i tre pilastri dell'IT Security, e ciò che si fa in questo campo è finalizzato a... mantenerli in piedi, a dispetto di tutte le minacce che si trovano ormai abbondanti nel mondo reale.

Nessun commento:

Posta un commento